Recensione: Gli effetti collaterali dell’amore, Anna Nicoletto;

 

Titolo: Gli effetti collaterali dell’amore
Autore: Anna Nicoletto
Editore: Self
Modalità di acquisto: Amazon | Spotify
Trama:  Caterina Marte ha una vita all’apparenza perfetta.
Ma oltre la patina dorata, sotto la facciata spensierata, si nasconde una ragazza sola che ha trasformato le proprie fragilità e le carenze della propria famiglia nella forza per andare avanti.
Il prezzo? Solo uno: James.
Sfrontato, carismatico, appassionato.
L’unico ragazzo che era stato capace di rubarle il cuore.
Quando un importante ingaggio la porta da Milano all’assolata Los Angeles, Caterina non ha alcuna intenzione di imbattersi nel suo ex, né James intende rivedere la ragazza che era entrata come un tornado nella sua routine. Eppure una serie di circostanze scombina i piani di entrambi, costringendoli a un’improvvisa vicinanza e a un tuffo in apnea nella profondità dei ricordi.
Se rivederlo è come aprire una ferita suturata male, scoprire che il suo sentimento per James non è mutato è anche peggio, perché lui ormai sembra averla completamente dimenticata…
È vero che il tempo guarisce tutto, oppure ci sono cicatrici destinate a restare indelebili? E quanto a lungo possono durare gli effetti collaterali dell’amore?

Romanzo autoconclusivo.

❝ Innamorarsi è un po’ come metterci nella stessa stanza e sperare che non ci saltiamo addosso, in un senso o nell’altro. È l’effetto collaterale, ci viene naturale e pazienza se nessuno dei due ha trovato un rimedio.❞

 

Prima ancora di iniziare la recensione, vorrei ringraziare Anna per questo romanzo. Mi ha aiutata molto in un periodo poco felice e ha inercato un processo di riflessione personale, soprattutto grazie al messaggio del “mai arrendersi” in quanto la vita ha grandi progetti per noi.

“Gli effetti collaterali dell’amore” è una storia affascinante, sconvolgente, appassionante e mai banale. Una lezione di vita mascherata da romanzo, con una sana dose di ottimismo mischiato a pessimismo e insicurezze che attanagliano ognuno di noi, chi più chi meno.

La particolarità di questo romanzo sta nell’andare a ritroso, parte dalla fine per arrivare a un nuovo finale. Racconta la travolgente e romantica storia tra Caterina Marte, una ragazza piena di tanti sogni quanto cinismo, e James Thomas, un ragazzo all’apparenza normale che si porta sulle spalle un grande bagaglio.
I due si incontrano a Los Angeles ed è anche la città che segna la loro storia. Una storia con un finale che lascia il segno su entrambi i protagonisti, soprattutto su Caterina. Lei infatti decide di stare lontano dalla città che tanto adora, ma un’opportunità imperdibile la obbliga a tornarci.

“Non si dice no a Vogue America.”

Tornando però non immagina neanche di dover scavare nel passato e soprattutto cambiare il proprio futuro e tutto per un ragazzo che non riesce a cancellare dai suoi pensieri e soprattutto dal suo cuore.

La fotografia, essendo ciò che gli legava nel passato , è anche ciò che continua a riunirgli.

“In quel momento capisco che l’amore non muore.
Anche quello che finisce si incaglia dentro di noi, da qualche parte.
A volte resta sepolto per sempre, a volte ritorna in superficie.
Il nostro non è più invisibile.
Esiste.”

Caterina Marte: donna indipendente, forte e capace di capovolgere la sua vita in un batter d’occhio senza mai voltarsi indietro. Accetta ciò che le viene offerto dalla vita e lavora duramente per mostrare la vita spensierata che le sue followers vedono sul blog, “Cate from the world”.

“In fin dei conti, non sai mai come qualcuno può essere salvato finché non succede.”

James Thomas: emblema del tipico ragazzo americano: gentile, carismatico, dolce e pieno di soprese. Si vede proiettare addosso i sogni del padre, ma la vita gli riserva grandi soprese. Ed essendo un ragazzo che non ha paura dei propri sentimenti, che anzi li valorizza, si vede protagonista delle paure più grandi e della battaglia interiore di una Cate che li ha sempre evitati.

“Noi non siamo uno dei tanti inizi che muoiono, Cate. “

L’ambientazione di questo romanzo è soprattutto Los Angeles, soleggiata e descritta come la città delle meraviglie e dei miracoli, e la proiezione di un’Europa grigia, tra una Milano burocratica e una Berlino imbalsamata.

Anna Nicoletto è sempre una garanzia e anche con questo romanzo non ha deluso le sue lettrici.

Con uno stile impeccabile, Anna è riuscita a catturare la mia attenzione fin dalle prime parole:

“È Vogue America, Cate.
Non si dice no a Vogue America.
-Non si dice no a Vogue America.
Appunto.”

E sono rimasta incantata fino all’ultima frase:

“Sì, Tommaso. Ne vale assolutamente la pena. Fino all’ultimo effetto collaterale.

Se volete riflettere su voi stessi, le vostre scelte, paure e insicurezze e in quel stesso momento leggere un romanzo passionale e fluido, “Gli effetti collaterali dell’amore” e Anna Nicoletto non devono mancare nella vostra libreria personale.

Autrice:

Anna Nicoletto vive a Padova con il marito e due figli. Quando non scrive, si dive tra i libri, la pizza e le maratone delle serie tv in lingua originale. Dopo il successo di “Gli effetti collaterali delle fiabe” , inizialmente auto-pubblicato su Amazon e successivamente con Piemme Editore,  ha deciso di pubblicare anche “Gli effetti collaterali dell’amore” e “Gli effetti collaterali del Natale” e chissa ancora quanti “effetti collaterali” ci attendono ancora (io personalmente spero tanti).

Ratting:  5

With love,
Diana
description description description description description

5 pensieri su “Recensione: Gli effetti collaterali dell’amore, Anna Nicoletto;

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...